Appartamenti vacanze Chianti - Casa vacanze Chianti - Appartamenti in affitto per vacanze Chianti

agriturismo firenze

Il Chianti

Cosa è il Chianti?  

Una breve storia  

Il nome Chianti evoca l'immagine di una terra antica - una terra la cui turbolenta storia inizia con gli Etruschi, e testimonia il passaggio di Romani,  Longobardi, le fazioni dei Guelfi e dei  Ghibellini, l'avvento dei comuni e le lotte tra l' Impero e il Papato. Prima di tutto evoca l'immagine degli anni favolosi  che si sono susseguiti dal tempo degli Etruschi.  

Nella realtà del Chianti Classico si ha la fioritura  di una vera e propria venerabile tradizione senza eguali nella storia della viticoltura. Appartato  sulle colline tra Firenze e Siena, il Chianti è un microcosmo della tempestosa storia d'Italia. Gli etruschi sono ancora vivi nel XX secolo e nell'  enigmatico sorriso della gente del villaggio del Chianti.  

I Romani costruirono le loro tenute, non in modo così diverso da quelle di oggi.

I Longobardi e poi i Guelfi e  i Ghibellini costruirono castelli di abbazie in ogni punto strategico e hanno costruito le chiese romaniche  che sono ancora in uso.  

Nel tardo Medioevo il Chianti fu il cuore d'Italia ed è stato il teatro di molte battaglie decisive. In effetti molti dei suoi edifici medievali

sono stati distrutti nella invasione aragonese del XV secolo, ma essa ha mantenuto la sua continuità con il passato, in particolare attraverso la produzione dei suoi vini.  

Case nel Chianti  

Per tutto il Medioevo la regione del Chianti,  dominata da numerosi castelli, fu popolata da una aristocrazia che possedeva tutte le terre, ed una popolazione che ha creato, nel tempo,  la tradizione, coltivando i vigneti, e terreni che producono olio di oliva e cereali come nonché tutti i generi di allevamento del bestiame. Poi il castello ha cessato di esercitare  il dominio e scomparve, terminando la sua funzione protettiva, mentre i ricchi abitanti del villaggio insieme con i mercanti iniziarono a costruire le proprie case e a dare alloggio a quei poveri sudditi del castello che hanno trovato lavoro nei campi, e che ha consentito loro di mantenere la metà dei loro prodotti in cambio.  

In "Chiantishire" la famiglia produce olio d'oliva, coltiva la vigna, il grano, il mais e il foraggio necessario per gli animali, la filatura della lana delle loro pecore  per fare i loro vestiti, creano  utensili per se stessi, mobili, strumenti di lavoro.  

La  tipica fattoria aveva la forma di un cubo allungato, di solito con cantine e spesso con stalle a piano terra, poi al primo piano la gestione della vita quotidiana  e ancora sopra l'habitat di conservazione dei foraggi e del cibo. Gli ultimi venti anni ha visto un rinnovamento sia nel popolamento della zona e in agricoltura meccanizzata di nuova portata per un ritorno alla coltivazione dei vigneti, di olio d'oliva e frutta.  

Le case rurali sono molto richieste da un maggior numero di persone che si rivolgono alla campagna in cerca di un nuovo senso della vita a misura d'uomo, sia nei suoi ritmi naturali che nei suoi paesaggi.